Il giovane alato – tesi di specializzazione in psicologia analitica

Dobbiamo forse davvero immaginare di essere transitati nell’Era del Puer?

E’ forse arrivato il momento del kairos, il tempo in cui si realizza la metamorfosi?

Tutto ciò che Hilman nel 1967 aveva profilato in qualche modo è avvenuto: la popolazione mondiale è triplicata, la differenziazione tra giovani e vecchi si è ulteriormente radicata nell’istituzionalizzazione di sistemi di cura differenziati e iperspecializzati, il conflitto generazionale si è inasprito slittando dal piano della cultura e dei modi di vivere a quello economico e sociale.

Al centro del dibattito tra giovani e vecchi oggi emergono temi differenti ma assai spinosi: la disoccupazione, la pensione, l’instabilità sociale, il precariato, il “bamboccismo”.

Il rapporto tra giovani e vecchi, tra genitori e figli, tra insegnanti e allievi è profondamente cambiato sotto il profilo educativo: l’esigenza di reciprocità e di scambio ha spodestato il criterio normativo.

La mutazione socio-culturale in atto sembra voler riconfigurare il rapporto tra Senex e Puer, tra passato e futuro, risvegliando nell’individuo il bisogno di ritrovare un dialogo più autentico se stesso e con il mondo che abita, uscendo dall’idea di una crescita governata dall’accumulo progressivo e lineare del nuovo a discapito del vecchio in luogo di un’idea di crescita che inviti all’interezza e alla complessità.  (…)

Scarica pdf: il giovane alato – massimiliano cau